Chiamaci
Greenbox
Seguici
Articoli del blog

3 RICETTE SANE PER COINVOLGERE I BAMBINI IN CUCINA


Imitare ciò che fanno mamma e papà è probabilmente il gioco preferito dei bambini, e quindi perché non provare a coinvolgerli in cucina nella preparazione del pranzo e della cena? È molto importante stimolare la curiosità dei bambini fin da piccoli, per riuscire ad educarli ed indirizzarli verso buone abitudini alimentari: il cibo ideale per loro deve essere vario, ricco di frutta e verdure (naturalmente seguendo la stagionalità), con pochi grassi e ricorrendo il meno possibile (o non ricorrendoci affatto) a piatti pronti e cibi confezionati.

Cucinare con i bambini è un’attività divertente ma al tempo stesso educativa. Stare assieme in cucina sperimentando, imparando a conoscere e riconoscere il cibo, l’importanza e la ciclicità della stagionalità, il comportamento in generale della natura, con i suoi ritmi e le sue esigenze, può portare enormi benefici ai nostri figli ma anche ai genitori.
 
Cucinare con i bambini: l’aspetto didattico
Lavorare in cucina stimola tutti e cinque i sensi: maneggiare il cibo, le spezie imparare il corretto utilizzo degli utensili di vario genere non significa infatti solo cucinare o giocare, ma anche svolgere un’attività di vita pratica. Le attività di vita pratica sono importanti per i bambini perché consentono loro di coniugare il desiderio di imitazione (di cui parlavamo in apertura di post) dell’adulto con la soddisfazione che deriva dal “fare davvero”. La cucina è quindi un luogo ideale per questo tipo di attività, perché è qui che i bambini conoscono il cibo e scoprono una serie di sapori e consistenze che serviranno loro in futuro per alimentarsi in modo corretto.
 
Ecco dunque 3 semplici ricette che vi aiuteranno a far mangiare loro ingredienti poco amati quali il pesce e le verdure, ed una per preparare con loro una merenda sana.
 
Polpette di Merluzzo
Ingredienti:
-3 filetti di merluzzo (o spigola)
-1 uovo
-prezzemolo (o menta fresca)
-pangrattato
-sale
 
per la panatura:
-farina
-1 uovo
-pangrattato
 
Cuocere al vapore i filetti di pesce per 10 minuti circa, quindi metterli in una ciotola, lavorarli con una forchetta come si usa fare con la carne macinata, aggiungere l’uovo sbattuto, un pizzico di sale, il prezzemolo tritato ed il pangrattato, in quantità utile per ottenere un impasto lavorabile con le mani. Formare le polpette (lavorando con le mani bagnate) e passarle prima nella farina, poi nell’uovo, infine nel pangrattato. Mettere le polpette in una teglia rivestita con carta da forno e cuocere per 10-12 minuti a 200 °C.
 
Polpette di verdure
Ingredienti:
-300 g spinaci o bieta
-150 g ricotta
-50 g parmigiano
-2 uova
-pangrattato
-sale
-olio extravergine
 
Lavare la verdura e farla bollire per qualche minuto. Dopo qualche minuto toglierla dall’acqua scolandola, strizzarla bene e tagliarla a pezzetti. Versare il tutto in una ciotola aggiungendo il parmigiano, le uova, il pangrattato ed un pizzico di sale. Mescolare per amalgamare gli ingredienti ed ottenere un impasto omogeneo. Formare le polpette, passarle nel pangrattato e metterle in una teglia rivestita con carta da forno. Infornare a 200 °C per circa 20 minuti, quindi lasciar freddare per qualche minuto e servire.
 
Biscottini ai pinoli e mandorle
Ingredienti:
-4 albumi
-4 cucchiai di zucchero di canna
-4 cucchiai di pinoli
-15 cucchiai di farina di mandorle
 
Montare gli albumi e neve con l’aiuto delle fruste elettriche. Una volti diventati sodi aggiungere lo zucchero di canna e la farina di mandorle, alcuni cucchiai per volta, amalgamando con cura, dal basso verso l’alto, per evitare di smontare gli albumi. Aggiungere i pinoli, quindi lavorare il composto con due cucchiai per formare delle polpette, da appoggiare su una teglia rivestiva con carta da forno. Mettere nel forno caldo a 180 °C per 20 minuti, quindi sfornare e lasciar freddare prima di servirli.
 
Non vi resta che provare...e buon divertimento!!!
 

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.